Tipologie di stampa

Serigrafia
La stampa serigrafica è il metodo classico che può essere applicato praticamene su tutti gli articoli. Si basa sul principio di lasciare  filtrare tramite un telaio (clichè) del colore su una superficie sottostante posta a contatto con il telaio.
– PRO è la tecnologia più semplice e usata da sempre. La personalizzazione può essere effettuata praticamente su ogni tipo di materiale (nylon, abs, pelle, tessuto, legno, plastica, ecc.)
– CONTRO vista la tipologia di stampa a seconda degli oggetti normalmente non si ottiene un taglio perfettamente netto del carattere e ha bisogno di tirature alte

Tampografia
La tampografia è un metodo di stampa più raffinato rispetto  alla serigrafia. Si utlizza una macchina . È’ adatta a riprodurre stampe anche su superfici curve. Utilizza   una lastra (clichè) su cui un tampone in silicone preleva una quantità di inchiostro e la imprime sulla  superficie dell’oggetto.
– PRO  si  possono  riprodurre particolari  molto  minuti,  linee  estremamente  sottili  e sfumature; si possono  personalizzare oggetti delle forme più svariate, con superfici piane o curve.
– CONTRO non è adatto alla stampa di fondini molto estesi e destinati a contrastare superfici scure

Digitale
La stampa digitale viene applicata su vari tipi di supporto sia con colori piani che in quadricromia e permette l’utilizzo di qualsivoglia elaborazione grafica. Gli articoli più usati sono i banner, la carta, i pvc in genere e le etichette queste ultime poi possono essere tagliate nelle sagome più diverse.
– PRO è ideale per loghi e testi a più colori . Consente una realizzazione più rapida del prodotto finito perché sono annullati i classici processi di stampa (clichè).
– CONTRO L’effetto migliore si ottiene stampando su fondi color bianco.

Transfer termofusione
E’ una stampa  digitale su un supporto in materiale speciale  appositamente creato per il trasferimento sul prodotto. Attraverso una pressa a caldo il supporto trasferisce sul tessuto la pellicola, che viene impressa sia su trame naturali sia su sintetiche. Viene usato anche per personalizzare superfici rigide come tazze mug, ceramiche, puzzle, il legno e certi tipi di metallo e di pietra.
– PRO E’ ideale per la stampa a più colori e/o in quadricromia perché permette di limitare al massimo i costi di personalizzazione e di riprodurre dettagli anche molto minuti e per piccoli quantitativi.
– CONTRO la  stampa non avviene per impressione di inciostro sul tessto ma per applicazione di una plastica, che al tatto si sente.

A caldo
La stampa a caldo è quanto di più rafnato ed elegante in fatto di stampa, consiste nel trasferire a temperature sopra i 120° C una pellicola che può essere lucida, opaca o specchiante su una vastità di supporti. Può essere  utilizzata su superci piane o curve al variare del clichè che può essere in metallo o silicone.
Le nostre macchine consentono la stampa in bobina, per etichette di vario tipo e/o nastrini